Riuscire a far tornare una persona che ha subito danni fisici apparentemente irreversibili a camminare, a mangiare da solo, a guidare l’automobile, a non tremare è considerato nella visione laica comune un miracolo. La realtà non è questa, o meglio, appare tale solo se ci fermiamo all’apparenza: la verità è che uomini e donne della caratura e della dedizione del dottor Luca Terzi, medico chirurgo specializzato in terapia fisica riabilitativa, hanno una missione nell’animo che è quella di permettere di riottenere la normalità fisiologica a chi la normalità l’ha perduta. Per fare ciò occorrono le migliori energie conoscitive, le più importanti strumentazioni all’avanguardia, le più innovative tecniche fisioterapiche, ma anche avendo tutte queste frecce all’arco della medicina – e il dott. Terzi, recentemente trasferito con la sua brillante equipe nei nuovi studi di Via Stadio 25, ne ha da vendere- questo non basta. Occorre una visione, che è l’arma in più dello studio ProTherapy: la certezza che quella persona tornerà a fare quel passo, tornerà a muovere quel braccio, tornerà a giocare a pallone, certezza che viene mossa da un utilizzo complessivo, olistico di tutto ciò che il medico può mettere in campo, unito alla profonda passione per questa ‘miracolosa’, chiamiamola così, scienza che è la riabilitazione, oltre ad un costante, repentino aggiornamento sul campo. Perché di fronte alle sfide del corpo umano in movimento, si rimane sempre umili scolari soggiacenti ad una macchina quasi perfetta, anche se si indossa il camice da trent’anni e si è visitato migliaia di pazienti.  

La storia del Protherapy Studio Medico e Fisioterapico nasce nel 2012 dall’idea del Dr. Luca Terzi, Medico Chirurgo Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione, di mettere la propria pluriennale esperienza a disposizione di tutti coloro che si trovano momentaneamente ad attraversare un periodo di non piena salute fisica. La scelta di operare a Camaiore è stata principalmente dettata dalla poca disponibilità nella zona di reperire un servizio di questo tipo e dall’affetto che lega dal lontano 2000 il Dr. Terzi alla società sportiva del Camaiore Calcio nella figura di Medico Sociale. Finalmente, dopo aver esercitato la propria professione per otto anni (dal 2012 al 2020) presso lo studio di Via Stadio 33 e grazie alla fiducia riposta in lui da parte della cittadinanza di Camaiore, Luca è riuscito nell’intento di poter seguire i propri pazienti in ogni fase della riabilitazione aprendo una nuova sede in via Stadio 25, dotata di ben 5 ambulatori medici in cui si alternano vari specialisti che spaziano dall’ortopedia alla radiologia, dalla ginecologia alla podologia.

Di straordinario impatto visivo è l’area dedicata alla fisioterapia in cui operano fisioterapisti laureati avvalendosi delle tipologie più aggiornate di apparecchi elettromedicali per la terapia strumentale e praticando ogni tipo di massaggio, dallo sportivo al linfodrenante; altrettanto vasta è l’area adibita a sala di riabilitazione ove operano laureati in scienze motorie. Girando attorno al centro, che ha il suo nucleo propulsore negli studi riabilitativi, si accede all’imponente zona palestra, dove il parquet tirato a lucido riflette l’acciaio delle macchine coadiuvatrici su cui ogni paziente esegue, costantemente seguito da un esperto, gli esercizi di recupero godendo nel contempo della vista verso lo stadio del Camaiore Calcio, in cui il dott. ha lasciato un pezzo di cuore avendo passato molti anni a fianco di calciatori e atleti. Per molti anni Luca è stato una colonna della società.

Sicuramente l’atmosfera calda e accogliente di Protherapy mette immediatamente a suo agio il paziente, che sa di essere nelle migliori mani. E l’arma vincente contro il blocco fisico e il dolore sta proprio nell’approccio complessivo delle cure che il dott. Terzi mette a disposizione, utilizzando il metodo fenomenologico inventato filosoficamente da Edmund Husserl e messo a punto nelle neuroscienze dal dott. Oliver Sacks nel celebre libro Su una gamba sola. In questo studio, lo scienziato aveva subito un grave incidente di sci in Norvegia ed era rimasto con una gamba semi paralizzata: sentendola come un ingombrante corpo estraneo, non aveva trovato nessun medico che si accorgesse del suo handicap, anche perché la gamba dopo poco riprese a muoversi scongiurando l’ipotesi di amputazione. Solo dopo vari tentativi i neurologi si accorsero che nell’incidente erano stati recisi alcuni nervi propriocettivi, e la riabilitazione poté procedere completamente dietro accorgimento di Sacks.

L’approccio fenomenologico applicato dal dott. Terzi sta esattamente nel prendersi cura completamente del caso, ascoltando il paziente ed esaminando la sua condizione nella profonda unicità dell’esperienza del dolore e dell’impossibilità. “ Solo in questo modo “ ci spiega Luca “ posso accorgermi di ciò che non va. Spesso neanche il paziente è in grado di raccontare il problema, perché non tutti siamo neuroscienziati come Sacks. Ma il mio compito sta proprio nel rendermi conto del danno neurologico e intervenire in modo mirato. Da parte di noi professionisti è essenziale l’operazione preliminare di eliminazione dei pregiudizi conoscitivi basati sulle nostre pregresse esperienze di campo. Si tratta dell’epoché, come affermavano gli antichi greci, la sospensione del giudizio, che non viene annullato ma semplicemente messo da parte per affrontare ciascun paziente nella sua irriducibile novità. Chiaramente l’esperienza poi viene fuori, ma solo in un momento di analisi successivo, nel momento immediatamente precedente alla diagnosi e alla cura.” 

La teoria psicologica e filosofica del professore di Friburgo ha avuto innumerevoli applicazioni pratiche nel XX secolo, dalla sociologia alla psicoterapia, fino ad approdare alla medicina riabilitativa, avente l’obiettivo di porre rimedio ad ogni tipologia di disabilità fisica in un contesto dove il paziente è messo al centro del progetto di recupero e diventa parte attiva del processo di guarigione completa. Protherapy nella figura del Dr. Luca Terzi e dei suoi collaboratori, rimane a Camaiore in grande stile ed anzi ha saputo rilanciare, da quando il nuovo centro è aperto (giugno 2020) un’attività professionale da sempre al servizio della cittadinanza di cui si sente parte integrante. L’augurio è quello di proseguire pertanto per lungo tempo a contribuire al benessere fisico della comunità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here